RICCARDO LICATA, A MALTA CON UNA SECONDA MOSTRA

RICCARDO LICATA, A MALTA CON UNA SECONDA MOSTRA

Mentre prosegue fino al 9 ottobre, riportando ampi e inattesi successi, la mostra "Riccardo Licata. Mediterranean soul" presso il National Museum of Archaeology de La Valletta a Malta, il prossimo 15 settembre si aprirà una seconda mostra presso il National Museum of Fine Arts della stessa città, aperta al pubblico fino al 15 ottobre prossimo, dalle 9 alle 17 da lunedì a domenica.

Le due mostre, curate da Alexander Debono e Giovanni Granzotto, saranno parte integrante nella grande notte bianca che coinvolgerà tutto il territorio maltese il giorno 1 ottobre.

Questa mostra, che prosegue il percorso della precedente, presenta un gruppo di una ventina di acquarelli, tutti degli anni più recenti, realizzati su preziose carte a mano e legati alle emozioni suscitate all'artista dalla città ospite, alla quale sono dedicati. "Mediterranean soul", infatti, rispecchia la sensibilità di Riccardo Licata verso i colori, la luce, la poesia delle cose e della natura, legate spesso alla lirica dell'uomo che completa la sua visione artistica e che egli esprime in segni e simboli con il suo linguaggio del tutto personale e inconfondibile, capace di condurre ognuno alla scoperta dell'essenza buona del creato e dell'umanità. Riccardo Licata, nato a Torino e vissuto principalmente a Venezia e a Parigi, ha viaggiato molto ed ha scoperto le origini maltesi della sua famiglia, come confermano le ricerche condotte da Carmel Cassar, storico maltese e professore universitario, che ha trovato il nome di Licata nell'isola fin dagli inizi del 1400.

Di tutte queste città, Licata ha raccolto e conserva, per restituire al pubblico con eleganza e lirismo, le luci della Laguna, quelle delle brume torinesi, delle festosità parigine, degli splendori mediterranei che in Malta trovano il loro essere vitale.

Come la mostra in corso, anche questa è promossa dall'I.N.A.C., Istituto Nazionale d'Arte Contemporanea in collaborazione con Heritage Malta, che hanno concesso il patrocinio assieme al Ministero italiano per i Beni e le Attività Culturali, l'Ambasciata d'Italia e l'Istituto Italiano di Cultura a Malta.

Essa è realizzata grazie al sostegno economico del Gruppo Euromobil.

Il libro, di 144 pagine a colori, pubblicato da Verso l'Arte Edizioni per le due mostre, è stato già presentato al pubblico in occasione dell'inaugurazione della mostra in corso.