Gruppo Euromobil

Milano Maggio 2009

Presentazione monografia alla Triennale di Milano

La storia dei fratelli Lucchetta e delle loro aziende, ma soprattutto della loro singolare avventura nel mondo dell’arte, dello sport e del design, è raccontata in un volume edito da Skira dal titolo “Gruppo Euromobil, un’impresa di design tra arte e sport” Il volume, che reca, tra gli altri, le firme di Andrea Zanzotto, Philippe Daverio, Aldo Colonetti, Valentina Croci, Marco Goldin, Giampaolo Ormezzano, Mauro Pecchenino, Ignazio Roiter è accompagnato da splendide foto di Fulvio Roiter. Il Gruppo Euromobil, che ha sede a Falzè di Piave, nel trevigiano, è costituito da tre aziende (Euromobil cucine, Zalf mobili e désirée divani) e rappresenta un “caso” probabilmente unico in Italia e forse in Europa di azienda di medie dimensioni che ha creduto nella cultura tanto da farne lo strumento privilegiato del proprio marketing internazionale. La crescita del Gruppo che, anche in tempi tutt’altro che brillanti per il comparto del mobile, continua a conseguire eccellenti risultati conferma l’efficacia di questa strategia di investimento. Euromobil, con una tipica storia da nord est italiano, si è trasformata da falegnameria di famiglia a gruppo industriale oggi presente, in posizione di rilievo, nel mercato internazionale. Oltre che per la scelta di firme importanti del design internazionale accanto a giovani designer provenienti da Paesi diversi, il Gruppo si distingue per la presenza in attività culturali di prestigio. Basti dire che in questi ultimi anni, 360 mostre in Italia e nel mondo hanno veicolato un unico marchio industriale, quello del Gruppo Euromobil dei fratelli Antonio, Fiorenzo, Gaspare e Giancarlo Lucchetta. “Ciò che vogliamo e che abbiamo sempre perseguito è il partecipare, vivere dal di dentro, modellare le proposte culturali che decidiamo di progettare o di appoggiare. Ci interessa il contatto diretto con gli artisti, vivere la loro creatività, partecipare all’emozione del pubblico delle mostre. Ci interessa capire, attraverso l’arte, i nuovi fermenti o il persistere di grandi certezze, farne materia prima per noi e per le nostre aziende fattore di crescita. In questa visione, l’arte e la cultura ci hanno dato tanto e noi abbiamo cercato di ricambiare investendovi fortemente passione, risorse ed energie. Così come nello sport da cui continuiamo a mutuare la voglia di vincere che hanno i nostri otto Campioni del Mondo e le centinaia di atleti delle nostre compagini”. Il prossimo importante evento culturale prevede la sponsorizzazione di un grande ciclo di mostre, curate da Marco Goldin, che si terrà a Rimini, presso Castel Sismondo dal 10 ottobre 2009 al 14 marzo 2010: -da Rembrandt a Gauguin a Picasso. L’incanto della pittura. Capolavori dal Museum of Fine Arts di Boston. -Pittura d’Italia. Luoghi veri e dell’anima. -Piero della Francesca e i tesori d’arte a Rimini. -Fellini. Fogli di cinema. Disegni per i grandi film.