Guttuso. Anni Cinquanta

14 gennaio – 20 marzo 2005 | Brescia, Museo di Santa Giulia

a cura di M. Goldin

L’esposizione illustra il decennio più ricco del pittore siciliano Renato Guttuso (1912-1987): quegli anni quaranta che lo vedono, a Roma, partecipe al vivo dibattito culturale raccolto intorno alla rivista «Corrente». Testimonianza altissima, tra le sue più famose, la Crocefissione, presentata con grande scandalo al “Premio Bergamo” del 1942; opera interessante anche per l’influenza avvertibile della pittura di Picasso, di cui diverrà amico nel 1945, in occasione del primo soggiorno in Francia. Un percorso artistico segnato da temi sociali e soggetti politici, come testimonia in tutta la sua splendida drammaticità la serie dei Massacri.