Da Rembrandt a Morandi. Capolavori dell'incisione dalla collezione Tosio Martinengo

22 ottobre 2004 – 20 marzo 2005 | Brescia, Pinacoteca Tosio Martinengo

a cura di Elena Lucchesi Ragni e Maurizio Mondini

Nella sede della Pinacoteca Tosio Martinengo trova ospitalità un’eccezionale esposizione con circa sessanta capolavori dell’incisione dal XV al XX secolo. Esemplari di Schongauer, Dürer, in ambito tedesco, incisioni del 1500 italiano, acqueforti di autori francesi e italiani del 1600, acqueforti dei maestri veneti del 1700, esemplari ottocenteschi, tra i quali un’edizione completa dei Capricci di Goya. Fino al 1900, con fogli di notevole valore come la Grande natura morta di Giorgio Morandi, considerato un capolavoro dell’incisione italiana.