Biasi. Gli anni '60 / gli anni 2000

Biasi. Gli anni '60 / gli anni 2000

19 settembre - 23 ottobre 2011 | Museo Nazionale della Slovenia – Metelkova

a cura di Giovanni Granzotto e Aleksander Bassin

Promossa dal Gruppo Euromobil, in collaborazione con il Museo Nazionale della Slovenia e con il patrocinio del Ministero della Cultura Sloveno e il Ministero italiano per i Beni e le Attività Culturali, questa mostra espone una quarantina di opere suddivise in due grandi gruppi che creano un confronto temporale tra gli anni '60 e gli anni 2000 della produzione del Maestro padovano. La prima parte dell’esposizione è rappresentata da un’importante selezione  di lavori storici tratti principalmente dai cicli delle torsioni e dei rilievi ottico-dinamici, questa è inoltre personalizzata da due sculture luminose light prisms e da alcuni rari rilievi optical. La seconda sezione è invece dedicata ai più recenti assemblaggi, a chiusura di questa saranno presentate anche esempi di un nuovissimo ciclo artistico appena iniziato da Biasi.
Artista dalla vivace produzione, oltre che raffinato teorico dell'arte, torna dopo diverso tempo in Slovenia. Come afferma Aleksander Bassin, infatti, "Il suo nome era presente nei nostri territori anche negli anni ’60 in tre mostre internazionali di cui una a Zagabria (Nuove tendenze, dal 1961 in poi), dove nella collezione del Museo dell’arte moderna conservano il suo importante “Politipo M” (1966-68). A Lubiana il Maestro partecipò invece a due biennali di arte grafica nel 1971 e nel 1973".
A corredo della mostra Verso l'Arte Edizioni ha pubblicato un volume di 96 pagine a colori che raccoglie le immagini di tutti lavori esposti ed introduce alla corretta lettura dell’opera del Maestro per mezzo di alcuni saggi critici firmati dai due curatori e dal critico d’arte Alberto Pasini.