INIZIATIVE CULTURALI

FLUSSIDIVERSI

Flussidiversi meeting di poesia

Flussidiversi, è una manifestazione che si tiene nel mese di giugno a Caorle ed è sostenuta e orgaznizzata da Comunità di Lavoro di Alpe Adria, Regione del Veneto, Gruppo Euromobil e la stessa Città di Caorle.
Si tratta di un meeting con diversi momenti di incontro tra poeti, traduttori ed editori, musica dal vivo nei campielli di Caorle, colazioni e cene con i poeti, laboratori in piazza e in spiaggia per i bambini.
La prima edizione, nel settembre 2008, è stata dedicata al poeta Andrea Zanzotto. Mentre Christoph Wilhelm Aigner, austriaco, è stato segnalato l'anno successivo. Nel 2011, a raccogliere il testimone di Flussidiversi dalle mani di Patrizia Valduga, premiata nell'edizione 2010, è stato invece il poeta magiaro Géza Szocs.

Davvero singolare la figura di Géza Szocs, grande "testimone" della edizione 2011 di Flussidiversi. Géza Szocs ( Marosvásárhely, 1953) è ungherese di origini rumene.
Poeta tra i maggiori del suo Paese è viceministro alla cultura del Governo di Budapest dopo essere stato parlamentare e figura intellettuale di riferimento nella vicina Romania, Paese dal quale era stato espulso nel 1982 dopo l'arresto e la detenzione per attività sovversive. Alla fine del regime, tornato a Bucarest è stato eletto membro di quel Parlamento.
Questa sua transnazionalità lo ha portato a esprimersi correttamente in cinque diverse lingue, tra cui l'italiano. Come poeta ha pubblicato una decina di raccolte tradotte in molte lingue.
Ma Géza Szocs non è solo poeta e uomo politico, è un intellettuale a tutto tondo: romanziere, saggista, traduttore, drammaturgo, editore, oltre che uomo di punta della gestione politica della cultura prima in Romania ed ora in Ungheria. Nel maggio del 2009, per il suo apporto alla cultura europea il Vienna European Academy gli ha conferito il suo prestigiosissimo Premio annuale.

Protagonista di fluSSidiverSi 2012 è stato il vicentino Fernando Bandini "un poeta eccezionale - scriveva Zanzotto che gli fu molto amico - tra pacatezza e meditazione". Bandini è un poeta trilingue: ha pubblicato, infatti, poesie in italiano, vicentino e latino, composizioni queste ultime che gli hanno fatto ottenere riconoscimenti al Certamen Poeticum Hoeufftianum di Amsterdam e al Certamen Vaticanum della Fondazione Latinitatis.
Bandini ha ricevuto, nel pomeriggio di sabato primo giugno, in Municipio, il testimone di Flussidiversi dal poeta magiaro Géza Szőcs. E' stato poi il protagonista di alcuni readings ed ha chiuso ufficialmente la quinta edizione del festival con la cerimonia, il pomeriggio di domenica 3 giugno, di incisione sulla scogliera di Caorle di alcuni suoi versi. E' infatti consuetudine della manifestazione che i poeti qui "laureati" scrivano alcuni versi che vengono scolpiti sulla scogliera del lungomare di Caorle.
Nel Centro Civico, una mostra ha ricordato Andrea Zanzotto, il grande poeta che è stato il primo ad iscrivere il suo nome nel Libro d'oro di fluSSidiverSi. Sono state esposte una cinquantina di immagini realizzate, in decenni di amicale frequentazione, dal fotografo veneziano Graziano Arici per dar corpo a "versi di carta vetrata nel tempo dell'oblio".
Le più datate tra esse raccontano un Zanzotto impegnato in momenti di socialità culturale, con suoi amati "colleghi": Comisso, trevigiano come lui, ma di campagna, Pietro Chiara, Luzi e il suo amato "padrino" Ungaretti.
Poi la "mezza solitudine", fecondamente creativa, scelta e non subita, tra i suoi Colli. Semi solitudine, mai isolamento, quasi rarefazione per essere ancora più antenna perché "fare poesia è come spingersi in un baratro dove nessuno vuole entrare". Sino all'ultimo, quando il volto del poeta assume i tratti di una xilografia dureriana e suoi occhi sembrano traguardare il presente "dare del tu agli Dei".
Cinquanta immagini straordinarie, dense, vere. Come solo un artista sa fare per un altro artista.
Ospite d’onore per l’edizione 2013 di fluSSidiverSi è Vivian Lamarque, poetessa trentino-milanese ma anche autrice di affascinanti fiabe.
Una doppia veste che qui calza a pennello, dato che il "non Festival" di Poesia è da sempre gemellato con la Mostra Internazionale di Illustrazione per l’Infanzia di Sarmede, nel contiguo trevigiano. Perché per vibrare con la poesia bisogna un po’ riacquistare la capacità di stupirsi ed emozionarsi dei bambini.

Flussidiversi è una manifestazione promossa dalla Regione del Veneto, dalla Città di Caorle, in collaborazione con la Comunità di Lavoro Alpe Adria e con il sostegno del Gruppo Euromobil che a partire dalla sesta edizione ha dato avvio al premio Gruppo Euromobil under 30 per la poesia. I premi per il 2013 sono stati assegnati a Daniele Maria Bellomi, Manuel Vittorio Micaletto e Luca Rizzatello.

http://flussidiversi.jimdo.com