Alberto Biasi

Alberto Biasi (Padova, 1937), noto per aver costituito nel 1959 il Gruppo N - tra le primissime esperienze, in Europa, di Arte Cinetica o Programmata - sin da giovanissimo si fa promotore di iniziative culturali e artistiche in sintonia con le ricerche sperimentali di Manzoni e Castellani che esporranno le loro opere nella sede padovana del Gruppo. Dopo lo scioglimento del Gruppo N “si riscopre solista” e inizia a lavorare sulle forme armoniche dai colori cangianti abbinando elementi lamellari in torsioni e parti in movimento reali facendo scaturire immagini che vivono con chi le guarda e che appaiono evocative di un mondo in continuo divenire. Oltre a dodici esposizioni di gruppo Alberto Biasi ha allestito più di sessanta esposizioni personali e partecipato ad oltre trecentocinquanta collettive, fra cui la XXXII e la XLII Biennale di Venezia, la XI Biennale di San Paolo, e la X e XI Quadriennale di Roma, ottenendo numerosi e prestigiosi riconoscimenti. Nel corso del 2006 l’Hermitage, il Museo di Stato di San Pietroburgo, ha reso omaggio all’artista padovano, ritenenendolo un precursore delle ricerche cinetiche in ambito europeo.